Come conservare i cibi in frigorifero

By
 In News
0.00



Conservare i cibi in frigoSecondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, in Europa ogni anno quasi tre persone su cento accusano disturbi dovuti al consumo di cibo in cattivo stato di conservazione. Fra le cause, c’è la temperatura con cui gli alimenti vengono conservati in frigorifero. Ma il problema non riguarda soltanto la salute: l’errata conservazione dei cibi, infatti, comporta anche uno spreco per l’ambiente, che può essere evitato conoscendo alcune semplici regole.  

Come sappiamo, la temperatura del frigorifero varia a seconda della zona: questa caratteristica va sfruttata perConservare i cibi in frigo distribuire i cibi nel modo corretto, garantendo a ciascuno il suo stato ideale di conservazione. In particolare, nella mensola più bassa e con temperatura inferiore (circa 2°C) vanno posizionati la carne e il pesce fresco, alimenti particolarmente deperibili. Sulla mensola centrale (5°C) e su quella immediatamente superiore (circa 8°C) vanno riposti i prodotti caseari, gli affettati, le torte e tutti quegli alimenti che presentano la dicitura “dopo l’apertura conservare in frigorifero”. Nei cassetti (10°C) occorre conservare la frutta e la verdura, che non gradiscono temperature troppo basse. Negli scomparti e sulle mensole della porta (8-12°C), infine, vanno collocati quei cibi che necessitano di una leggera conservazione quali le bibite, le salse, il burro etc.

Quanto alle modalità di conservazione, i formaggi freschi vanno riposti in una vaschetta di plastica o di vetro con chiusura ermetica; mentre i formaggi a pasta dura gradiscono essere coperti con un panno umido o avvolti in carta oleata. Anche per la frutta e la verdura va bene un panno umido, oppure della pellicola traspirante. Prima di essere conservati, tali prodotti vanno estratti dalla loro confezione originaria, lavati e lasciati “respirare”. La carne si può invece lasciare nella sua confezione o disporre in contenitori di plastica con chiusura ermetica, consigliati pure per il pesce. Anche gli affettati devono essere ben protetti: il contatto con l’aria finirebbe per seccarli o farli annerire. Le salse che non dispongono già di un contenitore vanno conservate in recipienti di vetro o di ceramica; mentre per le uova è preferibile mantenere la confezione di vendita piuttosto che inserirle sfuse negli scompartimenti.

Qualche accortezza. È meglio evitare di disporre i contenitori del cibo a diretto contatto tra loro e con le pareti della cella, nonché di coprire le griglie con carta o fogli di alluminio: occorre infatti consentire all’aria di circolare liberamente. È bene poi non sovraccaricare il frigorifero e dedicarsi periodicamente alla pulizia e alla sbrinatura. Se, per mancanza di tempo, si tende a concentrare la spesa in un solo giorno della settimana o a preparare le pietanze in anticipo per i giorni successivi, è ancora più importante tenere bene a mente queste indicazioni, per essere sicuri di consumare cibi ancora perfettamente integri e di non mettere a rischio la propria salute.

Recent Posts