Prodotti alla spina: la spesa sostenibile che conviene

0.00



cerealisfusiLa nuova formula della spesa italiana ed europea presto o tardi potrebbe diventare il packaging free. Sempre più famiglie, infatti, da qualche anno scelgono di comprare prodotti alla spina e sfusi. Una filosofia, quella di ripensare le vecchie drogherie in chiave ecologista, partita da Londra, dove nel 2006 nasceva Unpackaged, il primo negozio a riproporre l’idea di vendere prodotti sfusi. Oggi questa scelta d’acquisto riguarda soprattutto i detersivi, ma anche generi alimentari come acqua, latte, surgelati, cereali, o ancora croccantini per gli animali.  Ma perché bisognerebbe “convertirsi” alla spesa alla spina? Optare per questo tipo di vendita significa innanzitutto favorire una riduzione dell’impatto dei propri consumi sull’ambiente: da un lato si abbatte infatti la quantità di rifiuti, anche considerando che non sempre gli involucri sono riciclabili; dall’altro si riducono gli sprechi, grazie alla possibilità di portare a casa solo il necessario. Per non parlare del risparmio energetico che si ottiene cancellando i processi di produzione e smaltimento del packaging. Si stima che – nel passaggio dai prodotti confezionati a quelli sfusi – si risparmino 104.290 kWh di energia elettrica e oltre 9,8 milioni di litri di acqua e si eviti l’emissione nell’ambiente di 34 tonnellate di CO2.

Ma scegliere i prodotti sfusi vuol dire anche convenienza. Secondo uno studio di Federconsumatori, eliminando la confezione – che può influire sul prezzo di undetersivi-spina prodotto fino al 10% – si può arrivare a risparmiare circa 850 euro l’anno sulla spesa, e circa 200 euro solo sull’acquisto dei detersivi. Si stima inoltre una riduzione del 60% sulla spesa del latte e del 12% su quella dei legumi. Questo perché le aziende stesse hanno modo di abbattere i costi legati al trasporto, allo smaltimento dei rifiuti e alla produzione degli imballaggi. Per tutti questi motivi proliferano i punti vendita delle catene commerciali specializzate nei prodotti sfusi e alla spina. Fra queste, vi segnaliamo Negozio Leggero, che propone oltre 900 tipologie diverse di prodotti sfusi, e Bollicino, leader nella vendita self-service dei detersivi ecologici alla spina (qui una mappa dei principali negozi alla spina d’Europa).

Oltre a questi franchising della vendita alla spina, ci sono alcune grandi catene di supermercati che hanno scelto di adeguarsi alle nuove esigenze ambientali e di
concorrenza, riservando dei
corner agli erogatori di prodotti sfusi e alla spina, alimentari e non. Ne sono esempi l’Eco Point di Crai e l’Auchan Self DiscountInsomma, la vendita di prodotti alla spina e sfusi sembra destinata a crescere sempre di più, con enormi vantaggi sia per l’ambiente che per il portafogli. Risparmiate anche voi!

Recommended Posts