Il latte scaduto non va mai buttato! Leggete e scoprirete come riutilizzarlo…

By
 In News, Riciclo
0.00




latte-scadutoLo sapete che il latte scaduto può tornarvi utile in tanti sorprendenti modi? Le idee per riutilizzarlo vanno dalla cura della pelle alla pulizia della casa. Vediamo allora alcune soluzioni utili per contrastare lo spreco e allo stesso tempo risparmiare sull’acquisto di prodotti specifici, ricorrendo ad un elemento naturale.
Con il latte scaduto si può preparare un’ottima maschera per il viso, sfruttando le proprietà idratanti del prodotto. Per realizzarla basta frullare il latte (anche vegetale) insieme a della frutta fresca (ad esempio fragole, banane o albicocche). La maschera fai-da-te va applicata sulla pelle asciutta e pulita, lasciata agire per almeno 15 minuti, quindi risciacquata con acqua tiepida.

Restando in tema di bellezza, il latte scaduto può anche diventare uno struccante naturale, applicandone qualche goccia su una spugnetta o un batuffolo di cotone. Un trattamento utile non solo per rimuovere il trucco ma anche per idratare la pelle. Inoltre, unito al bicarbonato di sodio, il latte può trasformarsi in un delicato scrub per il viso purificante. Per prepararlo è sufficiente versare in un bicchiere due cucchiai di bicarbonato ed aggiungere il latte un po’ alla volta, fino ad ottenere un composto cremoso e spalmabile. Nell’applicare lo scrub, la pelle va massaggiata con movimenti circolari, quindi risciacquata con acqua tiepida. Ma il latte scaduto può essere utilizzato anche per la pulizia della casa. Ad esempio per lucidare l’argenteria o i mobili in legno. Basta aggiungere al latte qualche goccia di aceto o di succo di limone, quindi immergervi le posate e i pezzi di argenteria macchiati o – nel caso dei mobili – passarlo con un panno sulle superfici da lucidare.  

E ancora, il latte è un rimedio efficace contro le macchie di inchiostro. Per ottenere risultati soddisfacenti occorre immergere i tessuti macchiati nel latte maschere-viso-naturali-fai-da-te-latteper una notte, per una sorta di prelavaggio; quindi sciacquarli con acqua fredda e procedere al lavaggio, a mano o in lavatrice. Con il latte non più consumabile si possono inoltre lucidare le scarpe e le borse di vernice, usando un panno morbido o una spugnetta, prima immersi nel latte e poi strizzati per bene. Il latte scaduto è anche un toccasana contro le scottature solari e le punture di insetto. Basta passare sulla parte dolorante un po’ di latte, preferibilmente mescolato con un cucchiaio di farina di avena, per ottenere un immediato sollievo. Chi ha il pollice verde può poi usare il prezioso liquido bianco come fertilizzante. Basta aggiungerne un po’ all’acqua con cui si innaffiano le piante per nutrirle e arricchirle di calcio e magnesio. Ricorrendo a questo espediente una volta a settimana le piante diventeranno più verdi e rigogliose.

Questi sono alcuni degli utilizzi alternativi del latte scaduto: che aspettate a provare?

Recommended Posts