“Cash for trash”, quando riciclare paga

By
 In News, Riciclo
0.00



cashfortrashL’Italia prova a ridurre il “gap ecologico” con i moderni paesi europei e lo fa con un servizio che all’estero esiste già da tempo, consistente nell’assicurare un piccolo guadagno in cambio della consegna di bottiglie o lattine negli appositi spazi. In particolare, per ogni bottiglia di plastica o lattina di alluminio consegnate presso uno dei 1700 punti di raccolta sparsi per l’Italia, è possibile ottenere un premio in denaro di 0,01 centesimi.

Con il progetto “Cash for trash”, da un lato tutto il territorio nazionale avrà a disposizione compattatori ecologici di plastica e alluminio, dall’altro l’accredito dell’incentivo sarà semplificato e velocizzato grazie all’app collegata, che permetterà di spendere subito il “buono rifiuti” negli esercizi commerciali convenzionati. L’iniziativa ha infatti come partner Eurven, un’azienda di Rosà (Vicenza), che ha il compito di fornire gli eco-compattatori incentivanti, ovvero bidoni della raccolta differenziata in grado di erogare il bonus economico; e 2Pay, che cura l’app per smartphone, utile a snellire il processo di pagamento ed a ridurre il costo delle transazioni.

Gli speciali macchinari dell’azienda veneta, della serie Greeny Touch Me, sono concepiti per riconoscere la tipologia di rifiuto, differenziarlo automaticamente,Greeny Touch Me ridurne fino al 90% il volume iniziale e trasformarlo in un’ecoballa pronta per imboccare la filiera del riciclo. Il sistema touch screen permette poi ai cittadini di scegliere lo sconto o coupon da guadagnare, quindi entra in gioco la app, che consente di spenderlo nella maniera preferita.

All’estero, incentivare le persone a comportamenti virtuosi con vantaggi immediati e che li interessano da vicino, si è già rivelato uno strumento efficace per promuovere il rispetto dell’ambiente e in particolare, per far funzionare la raccolta differenziata e tagliare i costi di trasporto e smaltimento anche in bolletta. L’auspicio è che faccia da traino alla causa ambientale anche in Italia. Fermo restando, naturalmente, che la sensibilità a questi temi dovrebbe prescindere dalla convenienza economica…

Recommended Posts