Bike Washing Machine, il bucato si fa pedalando!

5.00



bike-washing-machineVi siete sempre illusi di bruciare calorie nello sbrigare le faccende domestiche ma la bilancia vi ha puntualmente smentito? Ebbene, potrebbe essere finalmente arrivato il momento di trasformare il momento del bucato in una… seduta di allenamento!

Sì, avete capito bene: è nata infatti la Bike Washing Machine, uno strumento ibrido a metà strada fra un attrezzo da fitness e un elettrodomestico ecologico. L’idea è venuta a un gruppo di studenti cinesi della Dalian Nationalities University, che hanno pensato a qualcosa che permettesse di risparmiare energia e denaro, e allo stesso tempo di promuovere uno stile di vita dinamico e sano.

Ma come funziona la moderna cyclette “a impatto zero”?

Essa incorpora nella parte anteriore della base, un cestello da lavatrice che, – una volta riempito con panni, acqua e detersivo – viene azionato grazie all’energiabike-washing-machine prodotta dalla pedalata. Ciò significa che, senza bisogno di collegare il dispositivo all’impianto elettrico domestico, con il semplice sforzo fisico si dispone dell’alimentazione necessaria per attivare il display della cyclette. Per portare a termine il bucato sono sufficienti appena venti minuti di pedalata.

E cosa succede se per caso si è così bravi da produrre più energia di quella richiesta per il lavaggio? Sempre in un’ottica sostenibile, l’energia in eccesso non va sprecata, ma viene immagazzinata e conservata per i prossimi bucati. Dal display, la volta successiva, è quindi possibile capire se si dispone di abbastanza energia per un altro lavaggio o bisogna tornare in sella per accumularne altra.

Per ora la Bike Washing Machine è solo un prototipo e per produrla e lanciarla sul mercato si attende che si facciano avanti dei finanziatori. Ma, visti i tanti vantaggi – dal risparmio economico ed energetico all’ottimizzazione del tempo – il successo sembra assicurato…

Recommended Posts